Avril Lavigne,  Notizie Principali

Deryck Whibley ricoverato in ospedale

photo-5-fixed-395x527 A seguito del seguente tweet pubblicato ieri da Avril Lavigne in merito alle condizioni precarie dell’ex marito, Deryck Whibley, abbiamo ricevuto molte domande e abbiamo deciso di pubblicare la traduzione del post pubblicato all’interno del blog ufficiale del cantante dei Sum 41 lo scorso 16 Maggio:

Ciao a tutti, è Deryck che parla. Mi dispiace di essere stato molto assente di recente, ma sono stato molto malato in ospedale per un mese e sono stato malato anche per le settimane precedenti al mio arrivo in ospedale. La ragione per cui mi sono ammalato è l’assiduo uso di alcol che ho fatto negli anni. Me l’ha fatta pagare. Bevevo moltissimo ogni giorno, finchè un giorno ero seduto a casa, mi stavo versando un altro drink verso mezzanotte e stavo per guardare un film quando all’improvviso non mi sono sentito bene. Sono quindi collassato a terra, privo di coscienza. La mia fidanzata mi ha portato frettolosamente all’ospedale dove sono stato messo nel reparto di terapia intensiva. Sono stato disperso di aghi e flebo in tutto il mio corpo. Mi hanno totalmente sedato la prima settimana, quando mi sono svegliato il giorno seguente non avevo idea di dove fossi. Mia madre ed il mio patrigno erano accanto a me. Stavo impazzendo. Il mio fegato e i miei reni erano crollati su di me. Non serve dire che mi sono onestamente spaventato. Ho finalmente realizzato che non posso più bere. Se berrò un altro drink, il dottore ha detto che morirò. Non sto predicando o altro ma bevete sempre responsabilmente. Io non l’ho fatto, e guardate dove sono finito (non avrei mai pensato di dirlo! haha) comunque ho sempre la  mia passione ed inspirazione per tornare a scrivere canzoni. Ho già alcune idee per le nuove canzoni e presto sarà il momento di iniziare a creare il nuovo album e di tornare in tour. Ci vediamo presto! Ci saranno ancora altri post quindi tenetevi pronti amici.”

DERYCK WHIBLEY (Traduzione a cura di Avril Bandaids Italia)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *