• Avril Lavigne intervistata da Billboard

    Ecco la traduzione dell’intervista ad Avril Lavigne pubblicata da Billboard lo scorso 6 Aprile, a cura di Avril Bandaids Italia.

    I piani di Avril Lavigne in seguito alla sua malattia: una canzone per le Special Olympics, un album natalizio e un film.avril-lavigne-press-2015-billboard-650-a-1“Guardo in avanti, ho chiaro quel che voglio dalla mia vita”, la veterana del pop racconta a Billboard.

    Dopo essersi aperta sul suo grave caso della malattia di Lyme che l’ha costretta a rimanere a letto e che ha preoccupato i fans per diversi mesi, Avril Lavigne è pronta a discutere sul futuro della sua carriera. La cantante trentenne prenderà le distanze dalla strada mantenuta finora di realizzazione di un album e successivo tour per focalizzarsi su “progetti che la appassionano“, come Avril Lavigne spiega a Billboard.

    Non ho smetto di lavorare da quando ho 15 anni“, dice Lavigne, la quale la scorsa settimana ha rivelato in un racconto da copertina di People che una battaglia contro la malattia di Lyme – contratta da una puntura di insetto la scorsa primavera – l’ha lasciata stazionaria per cinque mesi. “Semplicemente avere questo tempo libero, trascorrere tempo con la mia famiglia, è stato molto positivo per me e per fare un passo indietro e guardare alla mia vita, e riuscire a vedere chi è realmente presente nella mia vita quando ne ho bisogno. Ho avuto molto tempo per pensare, e non sono mai stata così chiara prima d’ora, o così vicina alla mia famiglia. Tutto sommato dalla malattia sono usciti molti aspetti positivi. E guardando avanti, ho realmente chiaro quel che voglio dalla mia vita.

    In prima linea per Avril Lavigne c’è “Fly”, un nuovo singolo che verrà rilasciato il 16 Aprile e legato alle Special Olympics World Games 2015, che avverranno a Los Angeles dal 25 Luglio al 2 Agosto. Tutti i ricavati delle vendite della canzone saranno donati alle Special Olympics, e verrà anche rilasciato un video musicale con Avril Lavigne e gli atleti delle Special Olympics.

    Lavigne dice di avere scritto “Fly” all’incirca due anni fa per la Avril Lavigne Foundation, la sua fondazione non profit creata nel 2010. La fondazione ha precedentemente collaborato con Easter Seals per promuovere programmi ricreativi per giovani con disabilità, e nel 2014, la cantante ha iniziato a collaborare con Special Olympics per aiutare a raccogliere fondi necessari per permettere a 30 atleti di partecipare ai giochi del 2015.

    La canzone è davvero di forte ispirazione e significa molto per me – e con le Special Olympics, si adatta naturalmente”, dice Lavigne in merito al rilascio. Per quanto riguarda il brano, che Lavigne spera di cantare alla cerimonia di quest’estate, dice che “Fly” è composta da “piano, orchestra e battiti di batteria. Originariamente avevo adattato una produzione più pop, e successivamente me ne sono liberata. Volevo che il brano fosse più ridotto, e lasciare che la parte vocale conducesse la canzone.

    Lavigne dice che la sua recente battaglia con la malattia l’ha motivata a inseguire progetti che sono al di fuori del suo comfort ma nei quali crede fermamente. Il suo ultimo album, omonimo e quinto album prodotto in studio, è stato pubblicato nel 2013, ma il seguito appropriato dovrà probabilmente attendere la pubblicazione della sua prima collezione natalizia. “Ho sempre voluto fare un album natalizio, ma non ne ho mai avuto il tempo”, dice lei. “Ma ora penso ‘sai quel che vuoi, quindi fallo!’ Perché è qualcosa che voglio fare realmente, quindi sarà il prossimo progetto per me.”

    Nel frattempo, Lavigne è pronta a fare il suo ritorno sullo schermo argento dopo essere apparsa nel film di Richard Linklater “Fast Food Nation” nel 2006. “Vorrei davvero lavorare in un film“, dice lei. “Ho un po’ di cose in fila al momento, quindi non posso certamente parlare [di che film si tratta]. Sto cercando di capire un po’ di cose.

    E per coloro che si preoccupano che il cuore di Avril Lavigne non è impostato a registrare nuova musica, non temete: la veterana del pop dice che il giorno in cui ha iniziato a sentirsi meglio dalla sua malattia, ha preso in mano la sua chitarra e ha scritto una canzone a letto. “Succede tutto organicamente – Stavo pensando, oh, quando farò un album? E’ appena successo”, dice lei. “Ho scritto una canzone, e voglio rilasciare anche questo brano quest’anno, perché riguarda la mia battaglia e la lotta che ho dovuto affrontare.

    Tutti questi progetti, certamente, dipendono dalla salute della Lavigne: dopo che la cantante ha accennato di star soffrendo di una malattia sconosciuta lo scorso Dicembre, ha aspettato fino alla scorsa settimana per rivelare di aver avuto problemi a camminare, muoversi e a respirare mentre per mesi lottava con la malattia di Lyme. Lavigne dice che si sente “abbastanza bene” ultimamente, e ora che la notizia è pubblica, ha in progetto di diffondere la consapevolezza generale della malattia nei prossimi mesi.

    Sento di avere una responsabilità – non posso semplicemente star seduta e non far niente”, dice Lavigne. “Devo parlare della malattia di Lyme, perché è reale, è lì fuori, è stata una semplice puntura di insetto e potrebbe succedere a chiunque. La gente deve sapere a riguardo, perché non se ne parla abbastanza e molte delle informazioni sono inaccurate.”

    Per quanto i mesi passati siano stati difficili per la cantante, Lavigne dice che rallentare la sua carriera dopo aver realizzato cinque album in 11 anni e trovare tempo per inseguire le proprie passioni, sono risultate in un guadagno netto per lei. “Sto facendo le cose alla mia velocità e senza mai essere troppo sopraffatta, come facevo in passato”, dice lei. “Voglio godermi tutto, perché la vita è bella. E anche se questa circostanza non è fortunata, credo che abbia anche molti aspetti positivi. Sto decisamente scegliendo di vederla in questo modo.”

  • David Hodges rivela dettagli sulla composizione di Avril Lavigne

    Recentemente è stato rilasciato un podcast nel quale David Hodges viene intervistato dal cantante/attore Pat Monahan. Nel corso del podcast (precisamente dal minuto 18 al minuto 21 circa) David, parte del “tripod”(Avril, Chad e David appunto) di scrittori di “Avril Lavigne” rivela diversi dettagli riguardo l’album e gli inizi della storia tra Avril e Chad:
    – i tre hanno scritto insieme 11-12 canzoni che componevano l’intero album (solo pochissime di queste sono state incluse nell’album)
    – in  seguito si sono aggiunti altri scrittori e sono nate altre canzoni incluse poi nell’album
    – nei primi giorni della session di scrittura i tre si sono avvicinati molto, raccontandosi fatti molto privati e profondi riguardanti le proprie vite
    – dopo due settimane dall’inizio della session Avril e Chad hanno cominciato a frequentarsi (Chad si trasferì nello stesso hotel di Avril)

    Di seguito potete ascoltare il podcast dal quale sono stati tratti questi punti:

  • Traduzione dell’intervista per Atlantic City Insiders

    BrBeQsOIEAARci9.png_largeAvril Lavigne, qualche giorno fa è stata intervistata da Robert Digiacomo di Atlantic City Insiders in vista del concerto che terrà venerdì 27 giugno 2014 al Borgata Hotel Casino & Spa ad Atlantic City.

    L’audio dell’intervista potete ascoltarlo cliccando qui.
    Nell’intervista Avril ha parlato del suo quinto album, della collaborazione con il marito Chad Kroeger, del suo look e della sua carriera.

    Sempre sul sito di Atlantic City Insiders, è stato pubblicato un articolo con gli estratti di questa intervista:
    Avril Lavigne gets ‘uncomplicated’ for Borgata concert Friday.



    Avril Lavigne diventa meno complicata per il concerto di venerdì al Borgata.

    Per il suo quinto album, Avril Lavigne ha voluto provare qualcosa di meno, come dire, complicato.

    “Quello che mi piace di questo disco è che è divertente e leggero, non parla solo d’amore” dice la Lavigne che si esibirà venerdì 27 giugno al Borgata Hotel Casino & Spa ad Atlantic City alle ore 20.00 “Mi stavo facendo guidare da qualcosa di divertente, e ho collaborato con molte persone nuove”

    L’album omonimo (Columbia/Epic) dimostra anche un punto di svolta a livello personale per la cantautrice, dietro hits di successo come “Complicated” “Don’t Tell Me” e “Girlfriend”

    La Lavigne, che è rimasta single dopo un matrimonio precoce seguito da un divorzio, è immediatamente andata in studio con nuovi collaboratori, uno di questi il frontman dei Nickelback, Chad Kroeger.
    Il loro rapporto è poi andato oltre al livello lavorativo, si sono innamorati e successivamente sposati a luglio del 2013.

    “Siamo prima diventati amici, e la cosa si è trasformata in altro in modo molto naturale.” dice la Lavigne sulla sua relazione con Kroeger “Stavamo lavorando insieme, e reciprocamente abbiamo avuto modo di conoscerci meglio, è stato veramente…veramente emozionante. Lui ha davvero molto talento ed è un compositore di successo, il suo stile è così diverso dal mio, anche perchè ovviamente lui è un uomo, e quindi abbiamo un diverso tipo di percezione delle cose. Ma funziona bene.”

    Il nuovo album ha inoltre aiutato ad ampliare il repertorio delle ballate di Avril Lavigne.
    E’ stata messa sotto contratto dall’Arista all’età di 16 anni, e l’autodidatta Lavigne si è guadagnata la reputazione di essere una grintosa voce del pop, che non ha paura di approfondire gravi questioni che riguardano le relazioni, la depressione e la morte.

    “Molte delle canzoni che ho scritto nel corso degli anni erano, come dire, contro ai ragazzi o canzoni sulla fine di una relazione” dice la Lavigne ” In questo album invece, ci sono tematiche differenti, come Rock N Roll e Hello Kitty, ci sono anche molte canzoni estive, ed è questo che mi piace di questo album”

    Le nuove canzoni durante i nuovi live, funzionano bene anche con il suo vecchio materiale, come quando viene suonata “Hello Kitty” con “Girlfriend.”

    “Mi piace che il mio spettacolo sia complessivamente energico, e poi adoro quando ad un certo punto del concerto si va in discesa, è li canto le mie ballate.” dice la Lavigne.

    Dopo aver messo il proprio timbro sulla sua musica sin dall’inizio, la canadese ha ampliato il suo marchio personale includendo una linea di accessori e abbigliamento chiamata Abbey Dawn, e tre profumi.
    Una porzione dei suoi guadagni proviene da Easter Seals, Make-A-Wish e altri enti di beneficenza che operano attraverso la The Avril Lavigne Foundation.

    La sua linea di abbigliamento è nata mentre la Lavigne era in tour, durante la tarda adolescenza, quando non trovava nulla di quello che voleva indossare nei negozi. L’ispirata-dal-punk Lavigne non è infatti conforme al tipico vistoso abbigliamento da diva.

    ” Il mio stile era differente da quello di chiunque altro” dice “ ricordo che quando dovevo fare un photoshoot, loro volevano vestirmi in modo femminile, e dicevo ‘ Non indosso quella roba’. Dovevo tenermi in piedi per me stessa dicendo ‘Questo è il modo in cui voglio vestirmi’.”

    Fortunatamente, l’allora capo dell’Arista Antonio “L.A” Reid, che ha messo in mano alla Lavigne il suo primo contratto, l’ha sostenuta.

    “Lui mi ha detto: “Ragazza, basta che continui ad essere te stessa’ ” dice.

    Nel corso degli anni, molti dei suoi fans hanno emulato il suo look, dalla canottiera con la cravatta alla minigonna con le Doc Martens alle ciocche colorate rosa dei suoi capelli.

    “Molti dei miei fans che vengono ai miei concerti, hanno i miei stessi gusti.
    Alcuni di loro si vestono come sono vestita nei miei video. Sono una persona visiva. Mi piace creare e divertirmi e creare con i colori accesi. Avere la mia linea di abbigliamento Abbey Dawn, è così divertente.” dice.

    Come una persona che ha compiuto una transizione da teen idol ad artista affermata, ora si avvicina ai 30 anni, e la Lavigne è in attesa di vedere cosa accadrà in futuro.

    “Rimango molto concentrata sulla mia carriera” dice la Lavigne “ Sono grata di aver avuto l’opportunità di continuare a fare musica, di andare in tour e fare altre cose, che si tratti di recitazione, della mia linea o di lavorare con la mia fondazione.”

    La Lavigne scrive colonne sonore per il grande schermo.

    Se le canzoni di Avril Lavigne evocano delle scene di alcuni film, c’è solo da aspettarselo, le sue canzoni infatti fanno da colonna sonora ad una serie di film, inclusi: “Eragon,” “Sweet Home Alabama,” “The Princess Diaries 2” e “Alice in Wonderland.” di Tim Burton.

    La sua esperienza nello scrivere una suggestiva ballata per quest’ultimo film e apparire nel video musicale ha inoltre ispirato una linea di “Alice in Wonderland” per la sua linea di abbigliamento Abbey Dawn.

    “E’ bello essere in grado di fare questo, avere un film per cui scrivere e prendere il tema e l’ispirazione da questo.” dice la Lavigne “Per la maggior parte del tempo, scrivo come una donna seguendo le mie percezioni e delle cose che ho dovuto affrontare, e quindi scrivere per un film in particolare, è di grande ispirazione.”

    Di solito, però, sono proprio le esperienze di vita della Lavigne o quella dei suoi co-autori, per lo più maschi, che forniscono la storia di fondo per le sue canzoni.

    “Lavoro con molti ragazzi, ci troviamo e poi parliamo e ci raccontiamo storie. Ogni volta è diverso (il processo). ”

    -Traduzione a cura di Avril Bandaids Italia.

  • Intervista per ctpost.com

     

    10343689_669947329746262_7682517488807627098_nRecentemente Avril Lavigne è stata intervistata da Linda Tuccio-Koonz in vista dell’ultima data del The Avril Lavigne Tour che si terrà il 28 giugno, al Foxwoods Resort Casino (Mashantucket, CT).
    L’intervista è stata pubblicata ieri su ctpost.com : Pop rock princess Avril Lavigne at Foxwoods; qui a seguito potrete trovare una traduzione dell’intervista a cura di Avril Bandaids Italia.

     

    Hai dichiarato che questo album è “adatto ad ogni occasione” proprio per quanto riguarda i brani inclusi: emozionanti canzoni al pianoforte, nostalgiche canzoni estive, canzoni rock e Hello Kitty, che è diversa da qualsiasi altra. Per favore, spiegaci come una donna di 29 anni può essere “ossessionata con Hello Kitty”. E inoltre, da dov’è nata l’idea del tutu (gonna ampia) con i cupcakes che indossi nel video?

    Sono una grande fan dei tutu!Ho indossato quel tipo di gonne per anni, così per me è stata una cosa naturale includerla nel mio video. Inoltre ne indosso una anche sul palco durante la performance di “Hello Kitty”. Questo video è dedicato ai miei fans giapponesi ed è stato fatto anche per il mio amore verso la cultura giapponese.
    Il brand “Hello Kitty” è veramente popolare li, così questa è una canzone per i miei fans, per i fans di Hello Kitty e per il Giappone.

    “Let Me Go” è una splendida ma struggente canzone di quest’album che canti insieme a tuo marito, Chad Kroeger dei Nickelback, com’è stato comporla?

    È stata la prima canzone che abbiamo scritto insieme, durante il nostro primo giorno di studio. È stato fantastico. L’abbiamo scritta in un giorno, e volevo veramente che lui la cantasse insieme a me.

    La ballata “Keep Holding On” è uno dei tuoi vecchi brani che ho sempre amato. So che l’hai scritta su richiesta per il film “Eragon”, ma è possibile avere altri dettagli?

    E’ stata pensata come una canzone che potesse dare forza ad un film epico. Ho volutamente scritto a proposito del trovare la forza interiore e questo tema legava con l’idea di dare questa carica. Volevo fosse edificante, entusiasmante e potente

    Nella tua canzone “Sk8er Boi” una ragazza adolescente rifiuta un ragazzo skater, perchè gli amici di lei non lo accettano (anche se segretamente alla ragazza, lui piace). Successivamente lui diventa una rock star e lei si lascia prendere dai rimpianti.
    Abbiamo sentito dire che è in produzione un film basato su questa tua hit del 2002.
    Riesci a ricordare un momento in cui ti sei abbassata alla pressione sociale, per poi avere dei rimpianti?

    No. Non mi abbasso difronte alla pressione sociale. Scrivo quello che voglio e voglio dare ai miei fans lo stesso messaggio. Sii te stesso, credi in te stesso.

    Cosa devono aspettarsi i fans dal tuo show al Foxwoods?

    Suoneremo tutte le hits dei miei cinque album. Uno show energico per tutti i miei fans, e sarà un sabato sera! Dovranno tutti essere pronti a far festa!

    Ho letto che possiedi più di 100 paia di Converse, e so anche che un gruppo di persone in Connecticut le colleziona. Tu ne hai un paio preferito?

    Le più belle sono quelle che mi regalano i fans. Recentemente, un fan a Las Vegas me ne ha regalate un paio con su bearshark!Spaccano!

    Hai detto, “Scrivo quello che sento, non mi importa di cosa pensano gli altri” sarebbe grandioso se fosse vero; lo è?

    Non puoi preoccuparti di quello che pensano gli altri. Bisogna essere reali, e la fuori ci saranno sempre persone con cui rapportarsi se si è sinceri.

  • Nuova intervista per KiSS 92.5

    Avril Lavigne ha rilasciato un’intervista per radio KiSS 92.5 durante il Roz e Mocha Show.
    Durante questa intervista Avril ha dato un piccolo aggiornamento sulle condizioni di salute del suo ex marito Deryck Whibley, dicendo inoltre che Deryck si è recato insieme a sua mamma al suo concerto di Los Angeles per supportarla, e infine, ha commentato personalmente i tanto chiaccherati M&G avvenuti in Sud America.

    Qui a seguito vi riportiamo alcuni estratti di quest’intervista pubblicati da Global News Canada

    “È un bravo ragazzo e voglio che lui sia felice e in salute” ha dichiarato Avril al [Roz and Mocha Show] “Ha voluto far sapere ai suoi fans che bisogna bere in modo responsabile e che bisogna fare scelte salutari.” continua a dire Avril parlando del suo ex marito “Sta facendo un buon lavoro. E sono fiera di lui per come sta affrontando questo passo, lui ora è sobrio e io sono fiera di lui.”

    “Amo molto Deryck. Lui è come una famiglia per me, perciò è stato davvero bello poterlo vedere.”

    Avril inoltre, come precedentemente accennato, durante l’intervista ha commentato personalmente i tanto chiaccherati M&G in Sud America, dicendo che per questi meet and greet sono state prese queste precauzioni  “A causa di alcune cose che sono accadute, cose in cui non dovrei nemmeno entrare in merito…”

    Avril rivela quindi che ci sono state violazioni della sicurezza: “A volte quando ci sono molte persone, ci sono alcune persone che rovinano le cose agli altri; se ci sono state determinate circostanze prima di un meet and greet, o con qualcuno nascosto nel mio albergo a fare cose sospette, la sicurezza deve prendere ulteriori precauzioni”

  • Intervista per G1 Brasile

    “Avril Lavigne in Brasile per la prima volta dopo il matrimonio: nuova esperienza!”
    Avril Lavigne ha chiesto ad alcuni fan su Twitter quali fossero le canzoni da loro richieste per i 5 concerti che terrà in Brasile (San Paolo per due serate, Rio de Janeiro, Belo Horizonte e Brasilia). “Ho chiesto in ogni città quali canzoni desiderassero i fan; Ne sceglierò una a data. Ho scelto il Brasile per fare questa cosa perchè lì i fan sono molto attivi. Commentano, esprimono le loro idee…volevo ricambiarli!” Dice a G1 in un’intervista telefonica.
    Il discorso sembra logico. Avril sà che il Brasile è una nazione molto rilevante per la sua carriera. Il MIT l’ha nominata la cantante canadese più famosa al mondo, superando Justin Bieber, Alanis Morisette e suo marito Chad Kroeger. Avril ha dichiarato che a farla passare avanti è stato proprio il numero di fan conquistati anche al di fuori degli Stati Uniti.
    Avril Lavigne arriva in Brasile per la prima volta dopo essersi risposata e in procinto di compiere 30 anni. Ma la cantante dai pantaloni larghi, divenuta famosa nell’adolescenza con Complicated e Sk8er Boi, afferma che nulla è cambiato da quando si è sposata indossando un abito nero. Eccone una prova: l’unica cosa pianificata per i suoi 30 anni è la torta, una a forma di Hello Kitty.

    D: E’ la prima volta che vieni in Brasile dopo il tuo matrimonio. E’ cambiato qualcosa? Quelli che ci aspettano sono show più calmi? più maturi?
    R: Non proprio. Il matrimonio è stata una nuova esperienza di vita, un’ispirazione per delle nuove canzoni. Ma non mi ha cambiata come artista. Lo show è lo stesso: divertente, continuo a cantare vecchie hit come Sk8er Boi e ad interagire con il pubblico.

    D: Compierai 30 anni a Settembre. Come festeggerai? E’ una cosa buona o no compiere 30 anni?
    R: Ancora non so. Probabilmente festeggerò da qualche parte nel mondo. Vorrei stare con i miei amici e la mia famiglia e vorrei una torta a forma di Hello Kitty (ride). Compiere 30 anni è importante E’ parte della vita e non vedo l’ora.

    D: Canterai un pezzo di “Beautiful people” di Marylin Manson come negli scorsi concerti?
    R: Si, ho aggiunto questo piccolo pezzo in “Bad Girl” (duetto con Manson). Ma l’importante è che canterò le canzoni scelte dai fan. Ho chiesto in ogni città quali canzoni volessero. Ne sceglierò una per show tra le più votate da loro in Twitter (non ci rivela ancora quali siano). Ho scelto il Brasile per fare questa cosa perchè lì i fan sono molto attivi. Commentano in Twitter, fanno domande ed esprimono le loro idee…volevo ricambiarli!

    D:  Il MIT ti ha nominato la cantante canadese più famosa al mondo. Cosa pensi ti abbia fatto superare Justin Bieber, Alanis Morisette e tuo marito?
    R: Penso dipenda dalla mia fanbase internazionale. Sono canadese ma sono conosciuta in tutto il mondo. Mi sento molto fortunata.

    D: Hai duettato con Marylin Manson. Eri tesa quando lo hai conosciuto?
    R: No! L’ho conosciuto a 18 anni nel backstage di un concerto a Toronto. E’ una persona dolcissima e molto simpatica. Non aveva guardie del corpo o roba del genere. E mi ha detto: “Vieni con me!”E così ho conosciuto anche tutta la sua band. E’ stato davvero carino. Così siamo diventati amici.

    Fonte: G1
    Traduzione: Avril Bandaids Italia

  • Breve articolo sul videoclip di Hello Kitty

    10155469_633176150090047_526047324026145570_n

    La scorsa settimana è stato pubblicato un breve articolo sulla rivista giapponese “InRock”, riguardo al nuovo video del prossimo singolo, “Hello Kitty”. Qui potete vedere le foto relative all’articolo. Di seguito la traduzione dell’articolo-report di Sony Music Japan:

    Avril Lavigne ha recentemente pubblicato il suo ultimo lavoro. Il tour partito il 31 Gennaio da Osaka (Giappone), per un totale di 7 serate di performance, incluse le due date a Budokan, ha registrato circa 45.000 presenze ed è risultato un successo.
    Il nuovo lato di Avril può facilmente essere visto in canzoni come “Bad Girl” o “Hello Kitty”.  Dal suo album di debutto, circa 10 anni fa, è rimasta al vertice delle classifiche.
    Il nuovo capitolo di Avril Lavigne si è letteralmente materializzato quando abbiamo ricevuto una chiamata, nel corso dell’ultima settimana di Febbraio, in cui ci comunicavano che “Dopo il tour asiatico, Avril si fermerà per girare il nuovo video musicale di Hello Kitty”, noi abbiamo risposto: “Tra sole due settimane? wow!”.
    Fino al primo giorno di riprese Avril ha continuato a mandare alla produzione moltissime idee per il concept del video: inizialmente il tema era “Le colorate strade di Tokyo!”. E ancora: “Un negozio di dolci! Voglio girare il video in uno di quei negozi con le decorazioni tutte rosa!”. Ma ovviamente girare solo all’interno di un negozio di dolci non avrebbe reso l’idea di Tokyo, quindi ha aggiunto: “Vorrei anche fare delle riprese all’esterno, magari ad Harajuku o a Shibuya”.
    A Marzo il clima in Giappone è ancora piuttosto freddo, e la produzione temeva si verificassero nevicate. Mentre si pensava ad una soluzione in caso di nevicate, il 17 Marzo, alle due del pomeriggio, Avril e il suo team sono arrivati all’aeroporto di Narita (Giappone).
    Per fortuna il giorno dello shooting, 18 Marzo, le condizioni metereologiche sono state favorevoli.
    Hanno cominciato a girare il video in un negozio di dolci su Takeshita Street ad Harajuku. Per la scenografia sono stati realizzati dei cupcake in stoffa. Il tema dei cupcake è molto forte anche perchè collegato alla frase del testo “Someone chuck a cupcake at me!”. Dal momento che il negozio ha una vetrina sulla strada, molti passanti, nel corso delle riprese, hanno riconosciuto Avril.
    La scena successiva è stata girata su Cat Street, e coinvolgeva una piccola coreografia di danza, tanto che prima di cominciare gli attori ripassavano i passi. Tutte le scene girate venivano ricontrollate tramite gli schermi e nella maggior parte dei casi ricevevano dei commenti molto positivi con frasi tipo “Bellissima!”.
    La scena successiva è stata invece girata in un negozio di sushi. Le riprese sono terminate alle nove della sera. E’ stata una giornata molto dura, ma davvero soddisfacente.
    Già nell’intervista di InRock del mese di Giugno Avril aveva detto “il mio nuovo album contiene una canzone intitolata “Hello Kitty”. Canto anche in giapponese perchè ho pensato che ai fan giapponesi avrebbe fatto molto piacere. Se dovessi girare un video per questa canzone, sicuramente lo ambienterei a Tokyo”. Dunque l’idea di questo video nasce proprio da Avril, pensando al suo adorato Giappone.
    “Se tutto dovesse andare come previsto, il video dovrebbe essere rilasciato entro la metà di Maggio. Non vedo l’ora!”.

    Traduzione: Avril Bandaids Italia.

  • Intervista per Beatweek Magazine

    Avril Lavigne è sulla copertina del numero #123 della rivista Beatweek Magazine, per la quale ha rilasciato un’intervista prima di partire per l’Asia e dare il via ufficialmente al “The Avril Lavigne Tour”.
    L’intervista è disponibile al seguente link. Di seguito la traduzione dell’intervista a cura di Avril Bandaids Italia:

    The Beatweek Interview with Avril Lavigne
    Avril Lavigne non ha nulla in contrario con i primi due singoli del nuovo omonimo album, entrambi di suo patrimonio stilisticamente parlando. Ma le altre canzoni sono quelle che lei realmente vuole far ascoltare al pubblico. “Mi piace di più il resto dell’album”, dice lei a riguardo delle diverse tracce dell’album che la vedono avventurarsi in diverse nuove direzioni e immergersi in alcuni dei suoi testi più profondi.
    BeatweekMagazineIssue123cover280

    C’è il duetto con il nuovo marito Chad Kroeger dei Nickelback, una ballata intitolata Let Me Go. C’è la canzone pesante da “dark rocker” chiamata Bad Girl. “E poi ho fatto qualcosa di diverso quando ho scritto una canzone intitolata Hello Kitty,” rivela lei. “C’è un’atmosfera elettronica in quel brano, quindi è abbastanza pazzo. Poi ho creato canzoni estive. C’è una canzone intitolata Bitchin’ Summer e Sippin’ On Sunshine. Sono una tipo di canzoni di canzoni da falò in spiaggia.”

    Gli sforzi collaborativi con Kroeger vanno oltre il loro duetto, dal momento che hanno scritto insieme la metà dell’album. “Lui è uno scrittore di canzoni piuttosto cazzuto,” dice lei riguardo la collaborazione. “La sua band ha almeno diciassette fottute hits alla numero uno. Così quando lui dice qualcosa mi fido della sua opinione: “Ok, hai vinto tu in questa.” Quindi è anche un bravo poeta. E’ bravo nell’avere delle nuove idee. Quando lavoriamo per me, deve pensare diversamente perché sono una ragazza e mi piace essere in grado di dar voce alle mie fans femmine. Mi piace anche che la mia musica raggiunga chiunque, di età diverse, ragazzi e ragazze. Quindi è stato eccezionale concettualizzare ciò con lui e creare nuovo materiale. Lui mi fa sempre sentire molto brava riguardo  le mie scelte vocali, ed è bello lavorare con un altro cantante perché è in grado di capire.”

    Bad Girl le consente di lavorare con il vecchio amico Marilyn Manson. “Ci conosciamo da dieci anni,” dice lei. “Sono stata ad un suo concerto quando avevo diciotto anni e poi abbiamo passato del tempo insieme nel backstage e siamo rimasti in contatto e ora siamo amici da tempo. Quando ho scritto questa canzone l’ho chiamato dicendogli ‘Hey, vieni in studio ad ascoltare questo pezzo.’ E lui ha risposto ‘Okay,  sarò li per le quattro.’ Le quattro del mattino. Okay, credo che resterò sveglia tutta la notte. Gli è piaciuta la mia canzone, ha aggiunto alcuni versi e ha fatto un ottimo lavoro. E’ una delle mie preferite dell’album.”

    Ma le canzoni non sono gli unici territori in cui Avril si avventura. La foto della cover dell’album non ha niente a che vedere con nessuna delle sue altre foto. “Ho voluto raccogliere i capelli perché non lo faccio mai. E così è anche una cosa di moda abbastanza vandala. Ci sono diversi elementi. E’ un nuovo look per me. Molto dello stile che ho attualmente è abbastanza glam, glam rock. Mi diverto indossando giacche di pelle e spuntoni e borchie, e nero, nero, tutto nero. Nero e rosso. Sono a questo punto parlando di moda.”

    Queste prestiti di stile ci portano alla linea di abbigliamento Abbey Dawn. “Faccio sempre abiti che mi piacciono e che sto indossando in quel momento. Quindi è letteralmente il mio stile personale, cose che voglio indossare.”

    In tutte le sue nuove angolature, l’album ha anche momenti di riflessione sul passato. La canzone 17 vede Avril ricordare l’anno in cui la sua carriera ha avuto inizio. “Mi trovo sempre a ricordare quando ero diciassettenne nelle varie conversazioni. Dirò sempre, yeah, l’ho fatto quando avevo diciassette anni. E’ accaduto molto a me in quell’anno che ho deciso di scrivere una canzone sull’essere diciassettenni.”

    Con cinque album alle spalle, Avril si avvicina alle setlist live pensando ai suoi fans. “Tutti i singoli di tutti gli album. Credo che sia importante perché quando le persone vengono ai tuoi concerti, vogliono quello.” Ma ciò non significa che i suoi concerti sono prevedibili: “Qualche volta suono la batteria dal vivo, suono il piano, e suono la chitarra. Quindi divido il concerto in diverse sezioni e seleziono le cose che preferisco.”

    Anche alcune delle nuove canzoni troveranno il proprio spazio nella setlist, Hello Kitty sarà il “jolly”. “Ha un’atmosfera elettronica e non ho mai fatto nulla di simile prima, quindi non so come suonerà dal vivo. Ma non vedo l’ora di suonare Give You What You Like perché è misteriosa e parla di un personaggio in una storia.”

    A tre anni dal lancio della Avril Lavigne Foundation per dar beneficio ai bambini, sta espandendo i proprio sforzi in un nuovo territorio. “Quest’anno abbiamo iniziato un programma di campus e abbiamo mandato cinquanta bambini disabili in dei campi estivi, ciò è importante per loro perché è qualcosa che sono ansiosi di fare, vedere i proprio amici. Restano in contatto con i loro amici che andranno a vedere tutto l’anno. Così quando sono stata a visitare un campus la scorsa estate mi sono detta, certamente voglio mandare questi bambini ai campi estivi. Quindi abbiamo dato loro delle concessioni, e facciamo aste e cose simili per provare a coinvolgere i fans. Il tutto con un tema ‘rock star’.”

    Con l’omonimo album che ha già ottenuto un debutto nella chart ‘top ten’ questa settimana, e le date del tour nella East Coast che avranno inizio a Dicembre, Avril Lavigne è anche sul tetto del mondo come sempre. Ma si mantiene umile: “Sono davvero entusiasta di essere qui oggi e di fare ancora musica.”

  • Conferenza stampa a Shanghai

    Lo scorso 21 Febbraio Avril Lavigne ha tenuto una conferenza stampa a Shanghai (Cina), dove si trovava in occasione della prima tappa cinese del “The Avril Lavigne Tour”.
    Nel corso dell’intervista Avril racconta di sentirsi onorata ad essere la prima artista internazionale ad avere ben 8 date dello stesso tour in Cina e dice che farà del suo meglio per riuscire a parlare e cantare anche in cinese un giorno.
    Avril spiega di aver scelto di chiamare il nuovo tour “Avril Lavigne” come il nuovo album, del quale infatti canta un totale di 7 brani ad ogni concerto, insieme a vecchie hits e ai singoli più popolari.
    Al termine dell’intervista Avril ha poi incontrato due fans rappresentati il fan club ufficiale cinese.

    Ecco il video completo della conferenza:

  • Intervista per la rivista Her World Plus

    Avril Lavigne

    Avril Lavigne è stata  intervistata ieri dalla rivista femminile “Her World Plus”, originaria di Singapore. Ecco di seguito la traduzione del breve articolo.

    “Avril Lavigne parla di matita nera e Frank Sinatra”

    Vi ricordate quando tutte ci mettevamo la matita nera e (quasi) ci tingevamo i capelli di biondo solo per somigliare ad Avril Lavigne? Bene, la nostra ragazza punk rock preferita è tornata, e questa volta è per un solo concerto all’ Indoor Stadium di Singapore.
    Her Word Plus ha incontrato la bellissima indossatrice di matita nera per un’intervista esclusiva e perchè siamo suoi grandi fan, da “Complicated” a “Girlfriend”. Ecco di cosa abbiamo parlato con lei!

    Hai questo stile da ragazza punk rock sin dagli inizi della tua carriera musicale; come ti sei sentita quando hai abbandonato la tua matita nera per un look “fresco e femminile” nel servizio di Allure del mese scorso?
    Adoro il trucco nero sugli occhi,l’ho sempre fatto e continuerò a farlo. Di tanto in tanto scambio la matita con un eyeliner liquido sopra la palpebra per un look più naturale e femminile. Oppure mi piace giocare con l’ombretto rosso.

    E’ stato detto che utilizzi la matita Smolder di MAC praticamente ogni giorno, persino a casa. Come nasce questo amore per la matita nera? Per quanto a lungo pensi che riusciresti a non indossarla?
    Adoro il nero. Potrei resistere al massimo un giorno.

    Sei nell’industria musicale da anni. Chi, o quale band, diresti che ti ha influenzata di più nella tua vita?
    Nessuna persona in particolare. Al liceo ascoltavo i Pennywise, i Blink 182 e le Dixie Chicks. Ora adoro ascoltare Frank Sinatra.

    Se ti dicessero di fare una cover di una canzone, quale sceglieresti?
    Ho appena fatto la cover di “How you remind me” dei Nickelback. L’ho anche pubblicata su Itunes.

    Dal momento che si avvicina San Valentino, ci piacerebbe sapere qualcosa della tua vita amorosa! Sei sposata con Chad Kroegere dei Nickelback da un pò, quando hai capito che lui era quello giusto?
    Abbiamo avuto entrambi questa sensazione praticamente subito.

    Sappiamo che ancora non hai piani di avere figli ma se ne avessi uno, che tipo di mamma saresti?
    Sarei una mamma responsabile ma anche molto divertente.

    Sarai in tour ancora per un bel pò. Hai già qualche piano per rilassarti dopo?
    Non ho alcuna idea dei miei piani per ora. Ho iniziato il tour proprio ora il 31 Gennaio e sono contenta di suonare a Singapore il 15 Febbraio.

    Traduzione a cura di Avril Bandaids Italia.

    Qui l’articolo in lingua originale.