• Un sogno si avvera per Maria ed Alessandra

    Lo scorso 5 Novembre, Maria Moccia ed Alessandra Ceccato sono volate a New York per incontrare personalmente Avril Lavigne grazie ad un concorso organizzato da Sony Xperia. Di seguito vi proponiamo in esclusiva su Avril Bandaids Italia il racconto di Maria, la vincitrice del contest.ny

    Beh che dire? Intanto è stato un viaggio pazzesco, per me era la primissima volta in vita mia che prendessi l’aereo e soprattutto per una destinazione così lontana come New York! E’ stata quindi una emozione continua per qualsiasi cosa che mi accadeva, anche solo l’emozione di entrare in aeroporto!
    Praticamante il mio concorso prevedeva che avrei dovuto incontrare ed intervistare Avril nella serata del 5 Novembre alla festa del lancio dell’album! Ma a New York ho avuto l’ulteriore fortuna di incontrare Francesca e Alice che sono state molto disponibili e gentilissime a procurarmi i pass per entrare al Good Morning America la mattina del Novembre! Sì ecco, forse molti di voi avranno notato che nel video del Good Morning America dove Avril canta Let Me Go, ci siamo anche noi!
    Ovviamente lì è stata la primissima volta che vedessi Avril così da vicino e da neanche un metro di distanza! Pianti e singhiozzi a non finire!
    Ed io ho commentato: “Non potrò mai dimenticare l’emozione di conosere fan internazionali che condividevano la mia stessa passione, girare tutta New York con loro per andare ad acquistare un album appena uscito, quello del nostro idolo di sempre, quel idolo capace di unirci nonostante parlassimo lingue diverse, eravamo di nazionalità diverse e tutto diverso, ma qualcosa di davvero forte ci univa in un’unica grande squadra.”
    Inoltre ho rincontraro Avril durante la serata, come previsto dal concorso: oddio è stata una emozione troppo grande, troppo agitata, ma sapevo che se mi sarei presentata davanti ad Avril con urla e pianti non avrei fatto bella impressione davanti a lei, inoltre non la avrei fatta sentire a suo agio! Quindi, di proposito, ho deciso di trattenermi (come lo si può notare anche dal video dell’intervista) anche se il cuore mi batteva all’impazzata!

    Ecco la traduzione delle domande a cui ha risposto Avril:
    1. “Amo l’Italia, quindi che sia per tour per promozione o per divertimento ci tornerò sicuramente. Ero a Milano una settimana fa.”
    2. “Faccio la musica che voglio fare, non ci penso troppo perché voglio solo essere solo fedele a me stessa. Sono qui oggi perché lo voglio e sono grata perché i miei fans sono ancora qui e mi supportano e non posso ringraziarli abbastanza.”
    3. “La mia canzone preferita del nuovo album è Hush Hush. Penso che Bad Girl sarà divertente da cantare dal vivo.”

    Premetto che sono state tagliate molte parti di intervista, ad esempio parti dove le parlo dei nostri street team italiani e lei che mi ringrazia molto per questo, oppure parti in cui parlavo della famosa parata di Sanremo che avevamo fatto e lei menziona Francesca, e parti in cui le dico che “la sua musica mi ha salvato la vita, mi accompagnato in molte situazioni della vita, che è la colonna sonora della mia vita e che qualsiasi cosa accadrà noi fan ci saremo sempre per lei.
    La cosa che mi ha spezzato molto è stato prima di intervistarla dove ci siamo un attimo salutate e abbracciate. Peccato che effettivamente tutto ciò è durato pochi minuti, pochi minuti ma molto intensi.Poi ci siamo fatte le fatidiche foto e per poco ci saremmo potute far fare anche l’autografo ma è arrivata la stampa a rompere e quindi non abbiamo fatto in tempo a farcelo fare! Però avevamo chiesto a qualche suo collaboratore di procurarcelo e alla fine dopo qualche giorno mi è arrivato a casa per posta.
    Bè dopo averla incontrata, intervistata ed esserci fatte fare la foto con Avril lei, si è esibita in una specie di concerto privato al locale, e noi vincitori avevamo i posti riservati in prima fila. Oddio ma era una fila spettacolare proprio attacata a lei non come la prima fila di un forum dove c’è un attimo di distanza! Tanto è vero che più volte Avril, con soli due passi, si è avvicinata a noi e sono riuscita tranquillamente ad accarezzarle tutto il braccio e a toccarle i capelli!!
    L’unica nostra sfortuna è stata che la sicurezza verso le 11 ci ha buttato fuori dal locale con la scusa che non eravamo maggiorenni (la maggiore età in America è a 21 anni). Infatti gli altri vincitori che erano maggiorenni sono potuti rimanere tutta la serata a festeggiare con Avril!
    Questa è la descrizione che ho dato nell’aver incontraro il mio idolo di sempre: “Non potrò mai dimenticare come il mio cuore battesse tanto forte di felicità per ogni cosa che mi accadeva intorno e quanto forte batteva nel vedere il mio idolo di sempre, lì, davanti ai miei occhi, quel idolo tanto intimo e profondo, capace di rendermi felice con semplici sguardi, quel idolo che mi ha accompagnato per tutta l’adolescenza e che mi accompagna tutt’ora, quel idolo in cui ho sempre creduto fino in fondo e che con la sua musica ha avuto la potenza di rendermi forte e superare tutti gli ostacoli della vita. La mia colonna sonora appunto. Non potrò mai dimenticare il suo sguardo, il suo sorriso, i suoi capelii, la sua vocina da bambina e la sua statura piccola e minuta da bambolina tanto dolce. Non potrò mai dimenticare quando mi ha abbracciata e detto “Limoncellow??!! Ohhh grazzieee”, non potrò mai dimenticare come mi guardava e come fosse curiosa di conoscermi e sapere chi fossi. Non potrò mai dimenticare quando ero seduta in un divanetto accanto a lei dove lì entrambe avevamo occhi solo per l’altra. Pochi minuti ma molti intensi. Non potrò mai dimenticare quando ho assistito ad un suo concerto privato a distanza di neanche un mentro, lì perpendicolarmente davanti a lei. Non potrò mai dimenticare quando si è avvicinata a me e io che le ho accarezzato tutto il braccio. Non potrò mai dimenticare quando ha cantato I’m With You e nel secondo tempo guarda e sorride verso i miei occhi. Non potrò mai dimenticare quando ha detto: “Voglio ringraziare tutti i miei fans presenti stasera specialmente quelli venuti da lontano, che hanno dovuto prendere l’aereo per vederemi”. Non potrò mai dimenticare che praticamene questa volta ha cantato davvero solo per me e pochissimi altri! Non potrò dimenticare tuto ciò NO. Terrò questi ricordi stretti stretti nella mia mente e nel mio cuore. Li terrò tanto stretti nella mia memoria che magari un giorno quando sarò nonna, racconterò ai miei nipoti di questa sogno diventato realtà come se fosse accaduto tutto ieri. Gli spiegherò che se una passione è davvero tanto grande, se scorre nelle proprie vene si può davvero realizzare qualsiasi sogno, superando qualsiasi MA e COME, bisogna solo crederci fino in fondo! I sogni sono davvero il vero ossigeno alla nostra felicità, qualunque sia il sogno e non bisogna permettere mai a nessuno di dirci: “Non lo realizzerai mai”.”

    Maria Moccia

    Potrete commentare l’articolo o fare qualche domanda alle vincitrici all’interno del nostro forum.

  • Video: Rock N Roll behind the scenes

    Disponibile online il dietro le quinte del video ufficiale di Rock N Roll.
    Avril ci mostra il set del music video girato lo scorso Luglio nei pressi di Riverside, California. Sponsor ufficiale del clip il telefono cellulare Sony Xperia, menzionato anche all’inizio dello stesso video di Rock N Roll.